Un’altra filippica contro il complottismo

Questa è l’epoca del complottismo, e lo sappiamo. Non è che in passato non ci fosse chi era fin troppo prono a vedere cospirazioni e congiure dietro l’angolo. Dal dittatore paranoico nel suo palazzo che temeva che il parente di turno bramasse il suo trono al buon cristiano alla caccia del massone dappertutto o chi era convinto che ogni ebreo … Continua a leggere

Festival Millepiani,Bologna:Giorno 1- Marzio Barbagli e Maximiliano Ulivieri

Grazie all’aiuto di alcuni amici, sono riuscito a partecipare a questo meraviglioso Festival dell’Antropologia, un fantastico evento auto-organizzato da studenti universitari e della durata di tre giorni, a cui partecipano come relatori importanti esponenti delle scienze sociali italiane. Sono arrivato a Bologna il primo giorno di Festival ma per motivi di tempo non sono entrato alla conferenza di Ivo Quaranta … Continua a leggere

Ma ci mancavano proprio i sapiosessuali?

Qualche tempo fa, mia  nonna mi ha detto che alla televisione aveva sentito una parola strana, di cui non capiva il senso. Eccola,  per ricordarla l’ha scritta su un foglio: sapiosessuale. Non ci potevo credere. Era un termine che pensavo relegato ad un mondo sotterraneo di forum e blog di nicchia, ad un mondo sconosciuto ai più, in cui adolescenti … Continua a leggere

L’amicizia è etnocentrica?E l’amore?

Mi è sempre piaciuto avere amici, mi è sempre sembrata una cosa molto più bella che qualsiasi relazione romantica.  Forse è un po’ strano, ma per me non sarebbe un problema vivere da single per tutta la vita, ma lo sarebbe non avere amici. Ma il problema è sorto quando ho iniziato a studiare antropologia culturale. Quindi, mi sono detto, … Continua a leggere

Relativismo culturale: come farne un uso fighetto,pratico e sbagliato in poche semplici mosse

Qualche tempo fa ero a cena con i miei genitori, una loro amica e una mia amica. Era uno di quei momenti imbarazzanti ma divertenti in cui presenti la tua amica agli amici dei tuoi perché la conoscano e per fortuna è andato tutto bene. Ma il fatto è che avere due quasi-antropologi a cena è una seccatura, specie quando … Continua a leggere

Malati di sesso: pornodipendenza e ignoranza nell’Italia che tutela il sesso a ogni costo

Ieri mi sono messo a leggere un articolo sulla pagine online di un giornale, visto che trattava di un tema di cui mi occupo da qualche tempo. Era un articolo sulla dipendenza da materiale pornografica, sulla sua possibile inclusione tra le dipendenze (al pari di droghe e gioco d’azzardo) e sullo sforzo che chi ne esce fa per non ricadere … Continua a leggere

Perché il gender esiste ma non è (o non dovrebbe essere) un’ideologia

Mi sono rotto le palle, e lo dico senza remore pur sapendo che questo articolo sarà ideologicamente indigesto per alcune persone. Ma il gender e tutta la discussione su di esso mi ha stancato per la quantità di cavolate che sento da entrambe le parti, quella che è contraria alla presunta ideologia del gender e quella che è favorevole. Come … Continua a leggere

Manierismo hipster

Da tempo sentiamo parlare di hipster ovunque e con ogni possibile accezione: c’è chi non li sopporta, chi proporrebbe battute di caccia all’hipster, chi vorrebbe essere hipster, chi vorrebbe che suo figlio fosse più hipster, chi dice al figlio che se diventasse hipster si ritroverebbe fuori casa il giorno dopo. Ma è chiaro che il partito anti-hipster è quello che … Continua a leggere

Things Riccardo likes: Straight edge

Ormai sono quattro anni che sono straight edge. Era il secondo anno di liceo quando, spinto soprattutto dalla passione per certi generi musicali e dal desiderio di andare controcorrente, mi sono deciso ad adottare questo stile di vita. Ma per chiarire il concetto per chi non conosce lo straight edge, ecco che cosa è e che cosa non è lo … Continua a leggere

Individualismo e egoismo:come essere una cattiva persona. sfidare l’autorità e fare tanti soldi secondo Ayn Rand

In un articolo di qualche tempo fa mi ero occupato di stronzaggine televisiva grazie ad un tipo di personaggio diffuso e popolare,quello dell’amabile stronzo televisivo. Dicevo che il suo comportamento amorale,antisociale, individualista e scostante piaceva perché visto come affermazione della propria personalità eccezionale sulla massa delle persone comuni, in un superomismo pop  che parte da Nietzsche de arriva al Dr … Continua a leggere